Qui NHL: ai Pittsburgh Penguins anche la Stanley Cup 2017

Qui NHL: ai Pittsburgh Penguins anche la Stanley Cup 2017

(rossana pilotti)  Fino a ieri sera (notte qui in Italia), nella NHL Stanley Cup Final 2017, non era mai successo che le due contendenti, Pittsburgh Penguins e Nashville Predators, fossero riuscite a vincere una gara in casa dell’altra. Avevano alternato mostruose dimostrazioni di forza sul ghiaccio “amico”, a prestazioni alquanto opache in trasferta. Ma ieri sera, in gara-6, tutto è cambiato.
I Pittsburgh Penguins di coach Mike Sullivan sono finalmente riusciti a “conquistare” la Bridgestone Arena di Nashville, riconfermandosi campioni NHL anche per il 2017, traguardo che nessun’altra squadra era mai più riuscita a raggiungere dal lontano 1997/1998 con i Detroit Red Wings. Abbiamo dovuto aspettare 19 anni, ma adesso lo possiamo dire: abbiamo una nuova “dinastia” dell’hockey oltreoceano, che ha i volti di Sidney Crosby, insignito per il 2° anno consecutivo del Conn Smythe Trophy quale MVP dei playoff, di Evgeni Malkin autore di 28 punti (10 gol e 18 assist) in 25 partite playoff e del goalie Matt Murray, che ieri sera ha fatto registrare il 2° shutout consecutivo, dopo quello di gara-5, chiudendo letteralmente la porta in faccia a tutti i tentativi dei padroni di casa di vincere gara-6, pareggiando ancora una volta la serie.

Ripercorrendo la cronaca del match, dopo 2 periodi finiti a reti inviolate, è successo tutto nei 2 minuti finali del 3° periodo; per ironia del destino è stato proprio l’attaccante svedese Patrick Hornqvist (arrivato nel luglio 2014 in Pensylvania, nello scambio che portò James Neal ai Predators) a trovare un pertugio nella sin lì “impekkabile” protezione della gabbia da parte del portiere dei Predators e suo ex-compagno di squadra Pekka Rinne, segnando quando mancavano 1 minuto e 35 secondi alla fine il gol fondamentale, che ha avvicinato i Penguins (e di molto!) alla Stanley Cup. Poi, a 14 secondi dalla sirena finale, quando tutti i Preds si erano lanciati avanti alla disperata ricerca del gol del pareggio che avrebbe riaperto l’incontro, è stato Carl Hagelin a segnare, a porta vuota, il gol del definitivo 2-0 che ha fatto letteralmente esplodere la gioia nella panchina dei Pinguini e tra i giocatori in giallo/nero sul ghiaccio.

Nulla toglie alla cavalcata meravigliosa dei Nashville Predators, che lo ricordiamo ancora una volta sono partiti dall’8° e ultimo posto disponibile per i playoff nella Western Conference.  E’ mancato tanto così alla squadra ottimamente allenata da Peter Laviolette per centrare la prima Stanley Cup della loro storia e per consegnarsi alla leggenda.  E’ mancato quel gol annullato a Colton Sissons, nei primi minuti del 2° periodo, perché segnato dopo che l’arbitro aveva già fermato il gioco. Chissà, se quel gol fosse stato valido, oggi saremmo qui a raccontarvi un epilogo diverso per gara-6 e per l’intera serie finale… Ma Sid the captain aveva altri programmi ed i Pittsburgh Penguins si riconfermano campioni NHL alzando al cielo per la quinta volta nella loro storia la Stanley Cup!

Riepilogo finale della NHL Stanley Cup 2017:  Pittsburgh Penguins – Nashville Predators  serie chiusa sul 4-2 (5-3, 1-4, 1-5, 1-4, 6-0, 2-0).
Pittsburgh Penguins Campioni NHL 2016-2017.

L’albo d’oro della Stanley Cup (n° trofei vinti)
24 titoli: Montreal Canadiens (Canada).
13 titoli: Toronto Maple Leafs (Canada).
11 titoli: Detroit Red Wings (Usa).
6 titoli: Boston Bruins (Usa) e Chicago Blackhawks (Usa).
5 titoli: Pittsburgh Penguins (Usa) ed Edmonton Oilers (Canada).
4 titoli: New York Rangers (Usa), New York Islanders (Usa) ed Ottawa Senators (Canada).
3 titoli: New Jersey Devils (Usa).
2 titoli: Philadelphia Flyers (Usa), Los Angeles Kings (Usa), Colorado Avalanche (Usa) e Montreal Maroons (Canada).
1 titolo: Dallas Stars (Usa), Calgary Flames (Canada), Anaheim Ducks (Usa), Carolina Hurricanes (Usa), Tampa Bay Lightning (Usa), Vancouver Millionaires (Canada), Seattle Metropolitans (Usa) e Victoria Cougars (Usa).

L’albo d’oro della Stanley Cup a partire dal 2006 e dopo la stagione 2004-2005 non disputata per il famoso lock-out
2006: Carolina Hurricanes (Usa) – 1° titolo
2007: Anaheim Ducks (Usa) – 1° titolo
2008: Detroit Red Wings  (Usa) – 11° titolo
2009: Pittsburgh Penguins (Usa)
2010: Chicago Blackhawks (Usa)
2011: Boston Bruins (Usa)
2012: Los Angeles Kings (Usa)
2013: Chicago Blackhawks (Usa)
2014: Los Angeles Kings (Usa) – 2° titolo
2015: Chicago Blackhawks (Usa) – 6° titolo
2016: Pittsburgh Penguins (Usa)
2017: Pittsburgh Penguins (Usa) – 5° titolo

Per l’elenco completo si rimanda al seguente link.

About The Author

Related posts