Champions Hockey League: al via l’edizione 2021-2022 nel format a 32 squadre

Champions Hockey League: al via l’edizione 2021-2022 nel format a 32 squadre

(daniele amadasi)  Lo scorso giovedì 26 agosto ha preso al via l’edizione 2021-2022 della IIHF Champions Hockey League, riconfermando il format a 32 squadre attraverso la disputa della fase eliminatoria con 8 gironi all’italiana, che prevedono la disputa di 6 gare fra andata e ritorno sino a metà ottobre.
A seguire la fase a play-off ad eliminazione diretta con match di andata e ritorno a partire dagli ottavi di finale (andata 16 e 17 novembre, ritorno 23 e 24 novembre), sino alla gara unica della finalissima di martedì 1° marzo 2021.
Nel mezzo i turni dei quarti di finale (andata 7 e 8 dicembre, ritorno 14 e 15 dicembre) e delle semifinali (andata 4 e 5 gennaio, ritorno 11 e 12 gennaio).

Play-off che vedranno quindi la partecipazione di 16 delle 32 iniziali squadre, in rappresentanza di 13 campionati (Swedish Hockey League, Swiss National League, SM-Liiga finlandese, Deutsche Eishockey Liga, Czech Extraliga, ICE Hockey League austriaca, Metal Ligaen danese, Extraliga slovacca, Eliteserien norvegese, Ligue Magnus francese, Elite Ice Hockey League gran britannica, Ukrainian Hockey League e Polska Hokej Liga) e 14 nazioni, attraverso la seguente suddivisione: 5 squadre Svezia e Svizzera, 4 per Finlandia e Germania, 3 per la Cekia, 2 per Austria e Danimarca, 1 per Slovacchia, Norvegia, Francia, Gran Bretagna, Ucraina, Polonia ed Italia.

Caccia al titolo detenuto dalla formazione svedese del Frölunda Indians Göteborg, campione europeo al termine della stagione 2019-2020 (l’ultima disputata prima della pandemia sanitaria mondiale da Covid-19, ndr) e vincitore di quattro delle sei edizioni della Champions Hockey League.

La composizione degli otto gironi della fase di qualificazione della IIHF CHL 2021-2022.
Girone “A”: Vaxjo (Svezia), Bremerhaven, Sparta Praga (Cekia) e TPS Turku (Finlandia).
Girone “B”: IFK Helsinki (Finlandia) Frölunda Indians Göteborg (Svezia), Zurigo Lions (Svizzera) e Mlada Boleslav (Cekia).
Girone “C”: Lukko Rauma (Finlandia), Mannheim (Germania), Cardiff (Galles, Gran Bretagna) e Losanna (Svizzera).
Girone “D”: Rogle Angelholm (Svezia), Zugo (Svizzera), Bayern Monaco (Germania) e Sonderjyske (Danimarca).
Girone “E”: Tappara Tampere (Finlandia) , Lugano (Svizzera), Skelleftea (Svezia) ed Eisbaren Berlino (Germania).
Girone “F”: Friborgo (Svizzera), Leksands (Svezia), Slovan Bratislava (Slovacchia) e Trinec (Cekia).
Girone “G”: Rungsted (Danimarca), Rouen Dragons (Francia), Klagenfurt (Austria) e Donbass (Ucraina).
Girone “H”: Frisk Asker (Norvegia), Red Bull Salisburgo (Austria), Jastrzebie (Polonia) e Bolzano Foxes (Italia).

L’albo d’oro della rinata CHL targata IIHF.
2014-2015: Lulea Hockey (Svezia).
2015-2016: Frolunda Indians Göteborg (Svezia).
2016-2017: Frolunda Indians Göteborg (Svezia).
2017-2018: Jyp Jyväskylä (Finlandia).
2018-2019: Frölunda Indians Göteborg (Svezia).
2019-2020: Frölunda Indians Göteborg (Svezia).
2020-2021: non disputata per pandemia da Covid-19.

@ Riproduzione Riservata.

About The Author

Related posts