Qui NHL: al via la fase-2 del protocollo Covid-19 con allenamenti volontari ma test obbligatori

Qui NHL: al via la fase-2 del protocollo Covid-19 con allenamenti volontari ma test obbligatori

(daniele amadasi)  Ad un mese dalla decisione firmata dal Commissario NHL Gary Bettman di riprendere in estate la propria stagione 2019-2020, gli organi istituzionali della National Hockey League, stanno portando avanti la cosiddetta fase 2, alias new pre season in vista dei play-off che dovranno portare all’assegnazione della Stanley Cup 2020.

Una seconda fase post picco pandemia Covid-19 consistente nella ripresa degli allenamenti da parte delle franchigie NHL, seppure su base volontaria da parte dei giocatori come da accordi presi con la NHLPA (National Hockey League Players’ Association), considerando che per allenarsi in gruppo ogni atleta è viceversa obbligato a sottoporsi ai test, con risultati anonimi non divulgati alla stampa ma rimanenti all’interno di ogni squadra.
Ad oggi sono stati effettuati più di 200 tamponi e solo poco più di una decina di giocatori, corrispondenti quindi ad una percentuale del 5%, è risultato positivo al test Covid-19, venendo di fatto messo in quarantena per almeno 14 giorni, prima di ripetere gli esami e tornare nel caso a potersi allenare.

Con tali premesse ad oggi è risultato ancora impossibile riprogrammare il calendario della ripresa delle gare di NHL, seppure come già anticipato alla fine di maggio, si ritornerà a giocare in estate attraverso i play-off allargati a 24 squadre sulla base dell’ammissione delle prime dodici squadre di ogni Conference in base alla classifica media finale determinata dai punti acquisiti rispetto alle gare disputate.

La classifica finale con la media punti della Eastern Conference:
1° Boston Bruins 1,43 punti (100 punti in 70 gare disputate);
2° Tampa Bay Lightning 1,31 punti (92 punti in 70 gare disputate);
3° Washington Capitals 1,30 punti (90 punti in 69 gare disputate);
4° Philadelphia Flyers 1,29 punti (89 punti in 69 gare disputate);
5° Pittsburgh Penguins 1,25 punti (86 punti in 69 gare disputate);
6° Carolina Hurricanes 1,19 punti (81 punti in 68 gare disputate);
7° New York Islanders 1,17 punti (80 punti in 68 gare disputate);
8° Toronto Maple Leafs 1,16 punti (81 punti in 70 gare disputate;
9° Columbus Blue Jackets 1,16 punti (81 punti in 70 gare disputate);
10° Florida Panthers 1,13 punti (78 punti in 69 gare disputate);
11° New York Rangers 1,12 punti (79 punti in 70 gare disputate);
12° Montreal Canadiens 1,00 punti (71 punti in 71 gare disputate);
13° Buffalo Sabres* 0,98 punti (68 punti in 69 gare disputate);
14° New Jersey Devils* 0,98 punti (68 punti in 69 gare disputate);
15° Ottawa Senators* 0,87 punti (62 punti in 71 gare disputate);
16° Detroit Red Wings* 0,55 punti (39 punti in 71 gare disputate).
*=squadre escluse dai play-off.

La classifica finale con la media punti della Western Conference:
1° Saint Louis Blues 1,32 punti ( 94 punti in 71 gare disputate);
2° Colorado Avalanche 1,31 punti (92 punti in 70 gare disputate);
3° Vegas Golden Knights 1,21 punti (86 punti in 71 gare disputate);
4° Dallas Stars 1,19 punti (82 punti in 69 gare disputate);
5° Edmonton Oilers 1,17 punti (83 punti in 71 gare disputate);
6° Nashville Predators 1,13 punti (78 punti in 69 gare disputate);
7° Vancouver Canucks 1,13 punti (78 punti in 69 gare disputate);
8° Calgary Flames 1,128 punti (79 punti in 70 gare disputate);
9° Winnipeg Jets 1,126 punti (80 punti in 71 gare disputate);
10° Minnesota Wild 1,11 punti (77 punti in 69 gare disputate);
11° Arizona Coyotes 1,06 punti (74 punti in 70 gare disputate);
12° Chicago Blackhawks 1,03 punti (72 punti in 70 gare disputate);
13° Anaheim Ducks* 0,94 punti (67 punti in 71 gare disputate);
14° Los Angeles Kings* 0,91 punti (64 punti in 70 gare disputate);
15° San José Sharks* 0,90 punti (63 punti in 70 gare disputate).
*=squadre escluse dai play-off.

@ Riproduzione Riservata

About The Author

Related posts