KHL: via ai play-off senza la squadra europea dello Jokerit Helsinki

KHL: via ai play-off senza la squadra europea dello Jokerit Helsinki

(daniele amadasi) Conclusa anzitempo la regular season della KHL e con la definizione di classifiche finale basate sulla media punti acquisiti per gare disputate, hanno preso al via i play-off dell’allargato campionato russo, con la forzata esclusione della formazione finlandese dello Jokerit Helsinki a seguito dell’invasione militare dell’Ucraina da parte della Russia.
Di contro prenderanno regolarmente parte ai play-off la squadra bielorussa della Dinamo Minsk e quella kazaka del Barys Astana Nur Sultan, mentre lo Spartak Mosca risulta di diritto già ammesso ai quarti di finale.

Le classifiche finali delle quattro divisioni
(fra parentesi il numero di partite giocate e la media punti).
Bobrov Division (Western Conference):
SKA San Pietroburgo* 68 punti (48; 1.42), Jokerit Helsinki* (Finlandia) 64 punti (47; 1.36), Spartak Mosca* 56 punti (48; 1.17), Torpedo Nizhny Novgorod 49 punti (47; 1.04), Vityaz Podolsk 43 punti (48; 0.90) e HC Sochi 41 punti (48; 0.85).

Tarasov Division (Western Conference): CSKA Mosca* 63 punti (47; 1.34), Dynamo Mosca* 64 punti (48; 1.33), Severstal Cherepovets* 63 punti (49; 1.29), Lokomotiv Yaroslavl* 55 punti 47; 1.17), Dinamo Minsk* (Bielorussia) 54 punti (47; 1.15) e Dinamo Riga (Lettonia) 37 punti (45; 0.82).
Kharlamov Division (Eastern Conference): Metallurg Magnitogorsk* 71 punti (48; 1.48), Traktor Chelyabinsk* 71 punti (49; 1.45), Ak Bars Kazan* 66 punti (48; 1.38), Neftekhimik Nizhnekamsk* 52 punti (49; 1.06), Avtomobilist Ekaterinburg 42 punti (45; 0.93) e Kunlun Red Star Pechino (Cina) 25 punti (48; 0.52).
Chernyshev Division (Eastern Conference): Salavat Yulaev Ufa* 62 punti (45; 1.38), Avangard Omsk* 58 punti (47; 1.23), Sibir Novosibirsk* 57 punti (50; 1.14), Barys Astana Nur Sultan* (Kazakhstan) 48 punti (47; 1.02), Amur Khabarovsk 46 punti (50; 0.92) ed Admiral Vladivostok 35 punti (49; 0.71).

A livello regolamentare accedono ai play-off le migliori otto formazioni delle due Conference e quindi nel caso specifico delle classifiche finale di Division, tre formazioni della Bobrov, cinque della Tarasov, quattro della Kharlamov e quattro della Chernyshev. Di seguito la griglia di partenza dei play-off a partire dagli ottavi di finale.
Western Conference: SKA San Pietroburgo (Russia) – Dinamo Minsk (Bielorussia), Jokerit Helsinki (Finlandia) – Spartak Mosca (Russia), Cska Mosca (Russia) – Lokomotiv Yaroslavl (Russia) e Dynamo Mosca (Russia) – Severstal Cherepovets (Russia).
Eastern Conference: Metallurg Magnitogorsk (Russia) – Barys Astana Nur Sultan (Kazakhstan), Traktor Chelyabinsk (Russia) – Neftekhimik Nizhnekamsk (Russia), Salavat Yulaev Ufa (Russia) – Sibir Novosibirsk (Russia) e Ak Bars Kazan (Russia) – Avangard Omsk (Russia).

L’albo d’oro delle dodici precedenti edizioni della Kontinental Hockey League.
2008-2009: AK Bars Kazan.
2009-2010: AK Bars Kazan (2° titolo).
2010-2011: Salavat Ulaev Ufa.
2011-2012: UHC Dynamo Mosca.
2012-2013: UHC Dynamo Mosca (2° titolo).
2013-2014: Metallurg Magnitogorsk.
2014-2015: SKA San Pietroburgo.
2015-2016: Metallurg Magnitogorsk (2° titolo).
2016-2017: SKA San Pietroburgo.
2017-2018: AK Bars Kazan (3° titolo).
2018-2019: CSKA Mosca.
2019-2020: non assegnata per pandemia Covid-19.
2020-2021: Avangard Omsk.
2021-2022: ?

@ Riproduzione Riservata

About The Author

Related posts