Qui NHL: alla scoperta dei Vancouver Canucks versione 2017-2018

Qui NHL: alla scoperta dei Vancouver Canucks versione 2017-2018

(rossana pilotti)  Ventinovesima e terz’ultima tappa del nostro percorso di presentazione delle 31 franchigie che prenderanno parte all’edizione 2017-2018 della National Hockey League: dopo la volta dei Los Angeles Kings, Edmonton Oilers, San José Sharks, Calgary Flames ed Anaheim Ducks restiamo sempre in Pacific Division andando alla scoperta dei Vancouver Canucks.

I Vancouver Canucks sono più che mai intenzionati a ritornare nei “piani alti” della Pacific Division e per farlo durante l’estate hanno cambiato parecchio! Hanno rinnovato di altri 6 anni, per 5,5 milioni di dollari a stagione, il contratto che li lega al centro 22.enne Bo Horvat, potenzialmente “il volto” del futuro del team canadese; infatti, la scorsa stagione è stato il miglior attaccante della franchigia per punti (52) e gol segnati (20) ed era dalla stagione 2005-2006 che questo ruolo non andava ad uno dei gemelli Sedin!…
Per migliorare il power play dei canadesi, che è stato uno dei peggiori della Lega anche la scorsa stagione, il G.M. Jim Benning ha ingaggiato con contratto triennale, a 3,15 milioni di dollari a stagione, l’esperto Sam Gagner, che sempre la scorsa stagione, con i Columbus Blue Jackets, ha ottenuto 18 dei suoi 50 punti proprio quando si trovava schierato sul rink in situazione di superiorità numerica.
Sempre dal mercato dei free agent proviene l’attaccante russo Alexander Burmistrov, ingaggiato con contratto annuale, da 900.000 dollari, mentre il 27.enne svedese Anton Rodin i Canucks ce l’avevano già “in casa” e lo hanno rinnovato, anche se la scorsa stagione ha disputato solamente 3 partite a causa di un infortunio al ginocchio. Agli inizi del mese di settembre è poi arrivato, come aggiunta assolutamente “di lusso”, l’attaccante austriaco Tomas Vanek, che con i Canucks ha firmato un contratto annuale, da 2 milioni di dollari.

In difesa non ci sarà più Luca Sbisa, che è stato scelto dai Vegas Golden Knights nell’ambito dell’Expansion Draft e Nikita Tryamkin, che invece si è accasato nella Kontinental Hockey League russa. Per sostituirli in casa Vancouver Canucks, sempre dal mercato dei free agent, sono stati ingaggiati Michael Dal Zotto (con contratto biennale, da 3 milioni di dollari a stagione) e Patrick Wiercioch (con contratto annuale, da 650.000 dollari).
Altra importante novità: per la prima volta dal 2006, quando nella Columbia Britannica l’idolo delle folle era diventato Roberto “Bobby Lu” Luongo (poi arrivò l’era di Ryan Miller) i Canucks iniziano la stagione senza un goalie “superstar”.
Per il posto di goalie titolare se la giocheranno: Jacob Markstrom ed il nuovo arrivato Anders Nilsson, ingaggiato il 1° luglio scorso con contratto biennale, da 2,5 milioni di dollari a stagione.
Ricordiamo che il 26 aprile scorso l’head-coach Willie Desjardins fu esonerato e sostituito da Travis Green, che per 4 anni ha guidato il team AHL affiliato dei Canucks e quindi, quella che sta per cominciare, sarà la prima regular season completa in NHL per coach Green, con “l’architetto” dell’efficacissimo power play dei Columbus Blue Jackets Newell Brown, che è stato ingaggiato per fargli da assistant coach.

About The Author

Related posts