Focus NHL: ribaltoni in classifica, comandano Boston e Saint Louis

Focus NHL: ribaltoni in classifica, comandano Boston e Saint Louis

(rossana pilotti)  Nuovo aggiornamento con le vicende professionistiche made Usa e Canada firmate dal nostro consueto e settimanale “Focus NHL” al termine di una ultima ricchissima nottata, che a cavallo delle serata di giovedì 28 (13) e venerdì 29 novembre (1) sono andate in scena ben 14 gare, considerando il giorno di festa di giovedì denominato “Tanksgiving Day”.

Ripartiamo quindi dalla Eastern Conference e della classifica generale: i Boston Bruins hanno “scavalcato” i Washington Capitals, forti di un filotto di 4 vittorie consecutive, l’ultima delle quali in ordine di tempo è arrivata proprio ieri in casa degli Ottawa Senators.  Il punteggio finale di un match equilibrato è stato 1-2 (0-0, 0-0, 1-2) per i Bruins, che devono ringraziare principalmente Brad Marchand, al 5° gol in 4 partite e le 33 parate vincenti del goalie Tukka Rask.
I Washington Capitals sono ritornati alla vittoria tra le mura “amiche” della Capital One Arena sui Florida Panthers, alla terza sconfitta consecutiva e per questo scivolati al 7° posto in classifica; 4-3 (1-0, 1-2, 2-1) lo score finale con lo Zar Alexander Ovechkin che ha aperto le marcature di serata con il suo 16° gol stagionale (17’57”), il 22.enne difensore zurighese  Jonas Siegenthaler che ha fatto registrare ben 2 assist, in occasione del gol di Richard Panik (39’00”) e soprattutto del gol di Brendan Leipsic (51’59”), che di fatto ha deciso il match, perché le 37 parate vincenti del goalie dei Caps Braden Holtby hanno impedito ai Panthers sia di pareggiare che di vincere l’incontro.
In risalita, in quarta posizione, troviamo i Pittsburgh Penguins reduci dalla brillante vittoria casalinga sui Vancouver Canucks per 8-6 (2-1, 0-3, 6-2).  Doppiette per Jake Guentzel (02’29” e 31’01”) e per “Geno” Malkin (47’24” e 59’59” a porta vuota).
Anche i Philadelphia Flyers risalgono posizioni in classifica ad Est e questa settimana li troviamo sesti, dopo la vittoria di ieri in casa dei Columbus Blue Jackets nel match della Nationwide Arena terminato 2-3 (2-1, 0-2, 0-0), grazie al powerplay gol messo a segno da Claude Giroux (36’35”), ed alle parate del goalie degli Aviatori Brian Elliot.
I Toronto Maple Leafs sono arrivati alla terza vittoria del “nuovo corso”, da quando cioè Sheldon Keefe ha rimpiazzato l’esonerato Mike Babcock.
E’ successo sempre ieri in casa del fanalino di coda ad Est: i Detroit Red Wings con il punteggio finale di 0-6 (0-3, 0-3, 0-0), ma il passivo poteva essere anche più pesante, visto che le Foglie d’Acero hanno tentato ben 54 conclusioni a rete!
Passo falso per i Carolina Hurricanes, invece, che sono caduti sul ghiaccio del Madison Square Garden di New York per mano dei padroni di casa dei Rangers, alla terza vittoria consecutiva. Punteggio finale 3-2 (3-0, 0-2, 0-0) con Mika Zibanejad che ha interrotto la sua personale “carestia da gol” capitalizzando un powerplay al 02’54” e “the King” Henrik Lundqvist che ha totalizzato 41 parate, tra cui quelle decisive che nel 3° periodo hanno impedito ai ‘Canes di tenere aperto il match.
Cadono anche i New York Islanders, che sono andati a perdere inopinatamente in casa del fanalino di coda della Western Conference, ossia i Los Angeles Kings, con il punteggio di 4-1 (1-1, 1-0, 2-0), propiziato dai 24 salvataggi del goalie Jonathan Quick.

Rimanendo in tema di Focus NHL ad Ovest, anche qui al vertice della classifica c’è stato l’avvicendamento tra i campioni NHL in carica dei Saint Louis Blues e gli Edmonton Oilers, ma ieri sera i Petrolieri canadesi hanno avuto una battuta d’arresto al Pepsi Center di Denver, per mano dei padroni di casa degli Avalanche, che li hanno battuti nettamente per 4-1 (0-1, 1-0, 3-0).  La striscia di punti consecutivi di Connor Mc David si è fermata ad 11, visto che ieri sera il fuoriclasse 22.enne degli Oilers non è entrato nel tabellino dei marcatori; invece, la stella degli Avs, Nathan Mac Kinnon, ha contribuito alla vittoria finale dei suoi, prima servendo l’assist per il gol di Matt Nieto (43’05”) e poi segnando il suo 15° gol stagionale (44’07”), nel break decisivo, coronato dalla rete di Logan O’Connor (47’37”) che ha “spezzato le gambe” ai Petrolieri.
Invece, i Blues sono andati a vincere in casa dei Tampa Bay Lightning, riprendendosi la testa della classifica: all’Amalie Arena il finale è stato di 3-4 (0-0, 2-2, 1-2), con doppietta di Oskar Sundqvist (25’31” e 28’40”). Tuttavia, il centro svedese dei Blues ha dovuto abbandonare il match poco dopo perché si è infortunato, mentre i suoi compagni di squadra Zach Sanford (48’21”) e Brayden Schenn in powerplay (51’07”) costruivano il break decisivo per la vittoria.
Continua l’ottimo momento degli Arizona Coyotes i quali, tra le mura “amiche” della Gila River Arena, hanno avuto ragione dei coriacei Anaheim Ducks agli shoutout con il punteggio di 4-3 (2-1, 0-1, 1-1, 0-0). Per i padroni di casa, doppietta per Christian Dvorak nel 1° periodo e suo anche il penalty vincente al 4° turno di battuta, dopo che sia Nick Schmaltz, sia Phil Kessel si erano visti parare i loro dal goalie dei Paperi John Gibson.
Si ferma a 3 la striscia di vittorie consecutive che ha permesso ai San José Sharks di scalare posizioni in classifica. Infatti, ieri sera gli Squali sono stati nettamente sconfitti tra le mura “amiche” del SAP Center dai Winnipeg Jets con il punteggio di 1-5 (1-2, 0-2, 0-1), anche grazie alle 32 parate vincenti del goalie Connor Hellebuyck ed alla prestazione di Patrik Laine (1 gol e 2 assist).
I Vegas Golden Knights tornano alla vittoria, battendo alla Bridgestone Arena di Nashville i padroni di casa dei Predators all’overtime. Punteggio finale 3-4 ds (0-1, 2-1, 1-1; 0-1), con il gol di Max Pacioretty al minuto 59’59” che ha letteralmente “gelato” il pubblico della Bridgestone Arena e prolungato il match nel supplementare, dove Paul Stastny al 61’52” ha completato la rimonta, regalando una vittoria autenticamente “corsara” ai suoi.
Altro match finito all’overtime è stato quello del KeyBank Center di Buffalo, tra i padroni di casa dei Sabres ed i Calgary Flames, che si sono imposti grazie al gol messo a segno da Elias Lindholm al 61’17” che ha fissato il punteggio sul 2-3 ds (0-1, 1-0, 1-1; 0-1) per gli ospiti, i quali hanno avuto anche 34 parate vincenti dal goalie David Rittich.

Infine da segnalare che nell’unica gara disputata nella notte italiana di venerdì 29 novembre e valevole a livello di intersfida di Conference in Est, i New Jersey Devils si sono imposti in trasferta per 4-6 (1-2, 2-2, 1-2) in casa dei Montreal Canadiens, trascinati dalle giocate di Blake Coleman autore di due gol e due assist.

L’aggiornata classifica della Eastern Conference:
1° Boston Bruins 39 punti (17-3-5) 25 gare disputate;
2° Washington Capitals 39 punti (17-4-5) 26 gare disputate;
3° New York Islanders 34 punti (16-5-2) 23 gare disputate;
4° Pittsburgh Penguins 32 punti (14-7-4) 25 gare disputate;
5° Carolina Hurricanes 31 punti (15-9-1) 25 gare disputate;
6° Philadelphia Flyers 31 punti (13-7-5) 25 gare disputate;
7° Florida Panthers 29 punti (12-8-5) 25 gare disputate;
8° Toronto Maple Leafs 28 punti (12-10-4) 26 gare disputate;
9° Montreal Canadiens 27 punti (11-8-6) 25 gare disputate;
10° Tampa Bay Lightning 26 punti (12-8-2) 22 gare disputate;
11° New York Rangers 26 punti (12-9-2) 23 gare disputate;
12° Buffalo Sabres 26 punti (11-10-4) 25 gare disputate;
13° Columbus Blue Jackets 24 punti (10-10-4) 24 gare disputate;
14° Ottawa Senators 23 punti (11-13-1) 25 gare disputate;
15° New Jersey Devils 23 punti (9-11-4) 24 gare disputate;
16° Detroit Red Wings 17 punti (7-17-3) 27 gare disputate.

L’aggiornata classifica della Western Conference:
1° Saint Louis Blues 36 punti (15-5-6) 26 gare disputate;
2° Edmonton Oilers 35 punti (16-8-3) 27 gare disputate;
3° Arizona Coyotes 33 punti (15-8-3) 26 gare disputate;
4° Dallas Stars 32 punti (15-9-2) 26 gare disputate;
5° Winnipeg Jets 31 punti (15-9-1) 25 gare disputate;
6° Colorado Avalanche 30 punti (14-8-2) 24 gare disputate;
7° Vancouver Canucks 28 punti (12-10-4) 26 gare disputate;
8° Vegas Golden Knights 28 punti (12-11-4) 27 gare disputate;
9° Calgary Flames 28 punti (12-12-4) 28 gare disputate;
10° San José Sharks 27 punti (13-12-1) 26 gare disputate;
11° Nashville Predators 26 punti (11-9-4) 24 gare disputate;
12° Anaheim Ducks 26 punti (11-11-4) 26 gare disputate;
13° Chicago Blackhawks 25 punti (10-9-5) 24 gare disputate;
14° Minnesota Wild 24 punti (10-11-4) 25 gare disputate;
15° Los Angeles Kings 22 punti (10-13-2) 25 gare disputate.

Le prime 10 squadre della classifica generale:
1° Boston Bruins 39 punti (17-3-5) 25 gare disputate;
2° Washington Capitals 39 punti (17-4-5) 26 gare disputate;
3° Saint Louis Blues 36 punti (15-5-6) 26 gare disputate;
4° Edmonton Oilers 35 punti (16-8-3) 27 gare disputate;
5° New York Islanders 34 punti (16-5-2) 23 gare disputate;
6° Arizona Coyotes 33 punti (15-8-3) 26 gare disputate;
7° Pittsburgh Penguins 32 punti (14-7-4) 25 gare disputate;
8° Dallas Stars 32 punti (15-9-2) 26 gare disputate;
9° Carolina Hurricanes 31 punti (15-9-1) 25 gare disputate;
10° Winnipeg Jets 31 punti (15-9-1) 25 gare disputate.

About The Author

Related posts