Focus NHL: alla scoperta dei Detroit Red Wings 2019-2020

Focus NHL: alla scoperta dei Detroit Red Wings 2019-2020

(rossana pilotti)  Dopo la presentazione dei Buffalo Sabres proseguiamo il nostro viaggio alla scoperta delle 31 franchigie che prenderanno parte alla stagione professionista nordamericana 2019-2020, rimanendo in Atlantic Division ed andando alla scoperta, in questa nostra ventesima puntata, dei Detroit Red Wings, che durante l’estate hanno compiuto una vera e propria operazione iconica (non c’è altro modo per definirla) chiamando nel ruolo di nuovo General Manager uno dei “figlioli prediletti”: Steve Yzerman.

Pochi i movimenti sul mercato dei free agent compiuti dal nuovo plenipotenziario: l’ingaggio del centro finlandese Valtteri Filppula, che in maglia Red Wings vinse la Stanley Cup nel 2008, del difensore Patrik Nemeth, che andrà a rinfoltire un reparto arretrato dove Yzerman conta di riavere sani per tutta la stagione i convalescenti Danny De Keyser, Jonathan Ericsson, Trevor Daley e Mike Green e dove si è messo in luce nella sua stagione da rookie Filip Hronek ed il goalie Calvin Pickard, arrivato come “polizza assicurativa” dietro a Jimmy Howard e Jonathan Bernier.
Yzerman ha stupito tutti gli addetti ai lavori spendendo la sesta scelta assoluta dell’Entry Draft di quest’anno per il difensore tedesco 18.enne Moritz Seider, che potrebbe venire gettato nella mischia in prima squadra sin dalla stagione che sta per cominciare, visto che si è già fatto le ossa nel massimo campionato tedesco: la DEL, con la squadra di Adler Mannheim.
D’altra parte i Detroit Red Wings anche nel reparto avanzato sono pieni di giovani talenti decisamente interessanti, come i centri Andreas Athanasiou e Michael Rasmussen o l’attaccante Tyler Bertuzzi e di giocatori appena più grandi e pronti a diventare i nuovi leader (il probabile futuro capitano Dylan Larkin o l’attaccante Anthony Mantha) di una squadra che vuole disperatamente ritornare nell’olimpo dell’hockey, dopo che l’inevitabile declino della generazione precedente di fenomeni l’ha spinta da qualche anno nel “purgatorio” della ricostruzione.
Ecco perché l’arrivo di Yzerman: il capo-allenatore Jeff Blashill li ha aiutati in questi 5 anni sulla panchina dei Red Wings a crescere e ad acquisire consapevolezza delle proprie potenzialità, ma adesso la vicinanza con una vera e propria leggenda dell’hockey, servirà per fargli compiere il salto di qualità definitivo.
Perlomeno questo è ciò che spera la proprietà. Senza contare che i Red Wings hanno anche altri giovani che potrebbero venire impiegati a tempo pieno già nella prossima stagione: l’attaccante Filip Zadina, sesta scelta assoluta dell’Entry Draft 2018, che la scorsa stagione nel team AHL affiliato di Grand Rapids ha messo in mostra doti da top scorer o Taro Hirose, proveniente dal campionato NCAA, dove si è messo in luce con la squadra di Michigan State e che ha già disputato 10 partite della scorsa stagione con i Red Wings.

About The Author

Related posts