Qui NHL: alla scoperta dei New York Rangers versione 2017-2018

Qui NHL: alla scoperta dei New York Rangers versione 2017-2018

(rossana pilotti)  Terza  tappa del nostro percorso di presentazione delle 31 franchigie che prenderanno parte all’edizione 2017-2018 della National Hockey League: dopo la volta dei Pittsburgh Penguins e dei Philadelphia Flyers, eccoci ai New York Rangers,  dal 2011 sono partecipanti fissi ai playoff, ma a parte la vittoria della Eastern Conference nel 2014, non sono mai riusciti a portare a casa la Stanley Cup.

Eppure i dirigenti dell’original six della Grande Mela sono convinti che la “finestra di opportunità” per coach Alain Vigneault e per Henrick “the King” Lundqvist sia ancora aperta e quindi, anche questa estate, hanno operato per rinnovare la squadra intorno al loro coach ed al loro super-portiere, mantenendola però sempre forte e profonda. Derek Stepan è stato scambiato, insieme al goalie di riserva Antti Raanta, con gli Arizona Coyotes, in cambio della scelta n.7 dell’Entry Draft 2017, che è poi risultato essere il centro svedese Lias Andersson e del difensore 21.enne Anthony De Angelo. In questo modo Mika Zibanejad è stato rinnovato per le prossime 5 stagioni, a 5 milioni erotti di dollari a stagione e promosso nuovo centro della prima linea offensiva dei Rangers, mentre coach Vigneault non esclude di intervenire ancora sul mercato, prima della opening night del 5 ottobre prossimo contro i Colorado Avalanche, per completare il roster con quello che diventerà il centro della terza linea offensiva.

Poi, gli ultimi 3 anni del contratto del difensore Dan Girardi sono stati messi sul mercato, per fare posto all’arrivo di Kevin Shattenkirk, “soffiato” ai rivali divisionali dei Washington Capitals e firmato con un quadriennale da complessivi 26,6 milioni di dollari.
I New York Rangers si sono piuttosto svenati per questo 28.enne originario di New Rochelle, vera e propria città satellite a pochi kilometri da New York, che ha fama di essere un leader molto ascoltato dai compagni all’interno dello spogliatoio, oltreché un ottimo difensore. Mandato Raanta in Arizona, i Rangers lo hanno rimpiazzato con il free agent Ondrej Pavelec, che 2 stagioni fa era il goalie titolare dei Winnipeg Jets, ma poi, a causa delle prestazioni altalenanti, è finito nella American Hockey League. Visto che Lundqvist va per i 36 anni e non è pensabile che giochi tutte e 82 le gare di Regular Season più gli eventuali playoff, ci si chiede se Pavelec saprà essere continuo ed affidabile come suo sostituto nonché secondo?…

About The Author

Related posts