Qui NHL: alla scoperta degli Arizona Coyotes versione 2017-2018

Qui NHL: alla scoperta degli Arizona Coyotes versione 2017-2018

(rossana pilotti)  Trentesima e penultima tappa del nostro percorso di presentazione delle 31 franchigie che prenderanno parte all’edizione 2017-2018 della National Hockey League: dopo la volta dei Los Angeles Kings, Edmonton Oilers, San José Sharks, Calgary Flames, Anaheim Ducks e Vancouver Canucks restiamo sempre in Pacific Division andando alla scoperta degli Arizona Coyotes

Sia a livello di Division che di Conference ed in generale di tutta la NHL, gli Arizona Coyotes sono una delle squadre che hanno cambiato di più e soprattutto lo hanno fatto in ruoli-chiave. Shane Doan, dopo 21 anni in maglia ‘Yotes (in pratica tutta la sua carriera da professionista), di cui ben 14 da capitano, l’estate scorsa non ha rinnovato il contratto che lo legava alla franchigia dell’Arizona e poi ha annunciato il definitivo ritiro. Ad ereditarne i gradi potrebbe essere il difensore Oliver Ekman-Larsson.
A proposito del reparto arretrato, da uno scambio con i Chicago Blackhawks, è arrivato un fuoriclasse come Niklas Hjalmarsson, che ha 30 anni, ha già vinto ben 3 volte la Stanley Cup con gli Hawks e sicuramente, insieme al nuovo compagno di reparto Alex Goligoski, diverrà una figura di riferimento per tutti i giovani compagni di squadra, in particolare per il talentuoso Jakob Chychrun, pure lui difensore, che la scorsa stagione da rookie ha contribuito più offensivamente, che difensivamente per la verità, al gioco degli Yotes.

Lo scorso mese di settembre, poi, la franchigia dell’Arizona è riuscita ad aggiungere alla propria rosa un blueliner “deluxe version” come Jason Demers, grazie ad uno scambio con i Florida Panthers, che ha coinvolto anche l’attaccante Jamie Mc GinnInvece, da uno scambio estivo con i New York Rangers, sono arrivati il centro Derek Stepan ed il goalie Antti Raanta. Stepan, che sta per entrare nell’ottava stagione da professionista, ne ha trascorse ben 7 ai Rangers, disputando ogni anno i playoff. Certo, gli manca ancora una Stanley Cup nel palmares, ma si è costruito un’invidiabile esperienza dei playoff e anche della Finalissima di Stanley Cup, disputata nel 2014, che potrà trasmettere ai suoi nuovi compagni di squadra come Dylan Strome, che proviene dalla Ontario Hockey League ed è pronto per compiere il salto di categoria, Clayton Keller, 7.a scelta assoluta dell’Entry Draft 2016, che la scorsa stagione ha giocato perlopiù nel campionato NCAA con la Boston University e Christian Fisher, che proviene dal team AHL affiliato di Tucson.
Per il G.M. degli Arizona Coyotes, John Chayka, il 28.enne goalie finlandese, che ai Rangers nelle ultime 2 stagioni ha fatto da “fido scudiero” ad Henrik Lundqvist, è pronto per compiere il gande passo e diventare il nuovo titolare, al posto di Mike Smith, che dopo 6 stagioni in Arizona, durante l’estate è stato scambiato con i Calgary Flames. Tuttavia, il cambiamento più importante è avvenuto in panchina, dove c’è stato l’avvicendamento tra Dave Tippett e Rick Tocchet, che proviene dai Pittsburgh Penguins, dove nelle ultime 3 stagioni ha fatto da assistente a Mike Sullivan e gode della stima di Sidney Crosby e delle altre superstar dei Pinguini, perché gli viene riconosciuta una grande capacità comunicativa ed empatica con i giocatori.

 

About The Author

Related posts