Focus NHL: cambio di allenatori in casa Blackhawks e Kings

Focus NHL: cambio di allenatori in casa Blackhawks e Kings

(rossana pilotti)  Nuovo appuntamento con il nostro Focus NHL e con il consueto aggiornamento settimanale delle vicende della National Hockey League che riparte da quello che sta succedendo nella Western Conference, perché i Chicago Blackhawks, che dopo un inizio di regular season promettente, sono scivolati nella parte meno “nobile” della classifica e quindi, per dare una scossa all’ambiente, sono arrivati al punto di esonerare un coach vincente e rispettato come Joel Quenneville il 6 novembre scorso, nella notte italiana di ieri (a cavallo di mercoledì 14 e giovedì 15 novembre, ndr) hanno posto fine ad una striscia di sconfitte che durava ininterrottamente da 8 turni, regalando la prima vittoria al nuovo head-coach Jeremy Colliton, tra le mura “amiche” dello United Center. Il match tra le 2 “nobili decadute” della Central Division: da una parte gli ‘Hawks e dall’altra i Saint Louis Blues è così finito con la vittoria per 1-0 (0-0, 1-0, 0-0) dei padroni di casa, grazie al gol messo a segno da Brent Seabrook al minuto 24’05”, quando gli ‘Hawks si trovavano in superiorità numerica.
Per inciso, il power play della original six di Chicago, che aveva fatto acqua da tutte le parti nelle prime 3 partite di Colliton da nuovo capo-allenatore, ieri sera ha ricominciato a funzionare. Il 33.enne ha un passato da giocatore sia in NHL, dove ha fatto una breve apparizione con la maglia dei New York Islanders, sia soprattutto in AHL e da lì proviene, dopo aver deciso di appendere i pattini al chiodo; infatti, dopo un’esperienza in Svezia, la scorsa stagione Colliton ha allenato il team AHL dei Rockford Ice Hogs, affiliato degli ‘Hawks.

Restando in tema Focus NHL segnaliamo anche il periodo negativo dei Los Angeles Kings, che sono addirittura ultimi in classifica ad Ovest, con sole 5 vittorie su 17 incontri disputati!  
Per questo motivo, il 4 novembre scorso coach John Stevens è stato sollevato dall’incarico ed al suo posto è arrivato Willie Desjardins e poiché il trend negativo non si si è interrotto, è notizia di ieri dello scambio mercato con i Pittsburgh Penguins che ha coinvolto Tanner Pearson facendo arrivare in California al suo posto Carl Hagelin.
In vetta alla classifica della Conference troviamo sempre i Nashville Predators, ma secondi sono i Minnesota Wild e terzi i Winnipeg Jets, arrivati ieri sera alla terza vittoria consecutiva, tra le mura “amiche” del Bell MTS Place, dove hanno rifilato un 3-1 (0-1, 1-0, 2-0) ai campioni NHL in carica dei Washington Capitals, alle prese con l’infortunio del goalie Brayden Holtby, che ha lasciato il posto al suo secondo Phoenix Copley, mentre come portiere di riserva i Caps hanno schierato il 31.enne Gavin Mc Hale, che allena la squadra femminile di hockey dell’Università di Manitoba.
I Colorado Avalanche di quello che attualmente è il miglior giocatore dell’intera Lega: Mikko Rantanen, leader della classifica generale con 29 punti e di quella degli assist con 22, ieri sera hanno nettamente battuto i Boston Bruins per 6-3 (1-2, 1-1, 4-0) tra le mura “amiche” del Pepsi Center di Denver, grazie ad un 3° periodo in cui hanno piazzato un parziale micidiale di 4 gol a 0, iniziato da Matt Calvert (minuto 42:11), proseguito dal 12° centro stagionale di Nathan Mac Kinnon (49’02”) e concluso dai 2 powerplay gol di Tyson Jost (55’39”) e di Alexander Kerfoot (59’45”).
Marc-André Fleury prova a far risalire dal fondo della classifica i “suoi” Vegas Golden Knights e ieri sera ha firmato il suo 3° shutout stagionale, questa volta ai danni degli Anaheim Ducks. Infatti, il match della T-Mobile Arena di Las Vegas è finito con la vittoria per 5-0 (1-0, 3-0, 1-0) dei padroni di casa sui Paperi californiani, anche grazie alla doppietta messa a segno da Cody Eakin nel 2° periodo.

L’aggiornata classifica della Eastern Conference:
1° Tampa Bay Lightning 25 punti (12-5-1) 18 gare disputate;
2° Toronto Maple Leafs 24 punti (12-6-0) 18 gare disputate;
3° Boston Bruins 22 punti (10-6-2) 18 gare disputate;
4° Columbus Blue Jackets 22 punti (10-6-2) 18 gare disputate;
5° Buffalo Sabres 22 punti (10-6-2) 18 gare disputate;
6° Montreal Canadiens 21 punti (9-6-3) 18 gare disputate;
7° New York Islanders 20 punti (9-6-2) 17 gare disputate;
8° New York Rangers 20 punti (9-7-2) 18 gare disputate;
9° Philadelphia Flyers 19 punti (9-8-1) 18 gare disputate;
10° Washington Capitals 19 punti (8-7-3) 18 gare disputate;
11° Carolina Hurricanes 19 punti (8-7-3) 18 gare disputate;
12° Detroit Red Wings 18 punti (8-8-2) 18 gare disputate;
13° Florida Panthers 17 punti (7-5-3) 15 gare disputate;
14° Pittsburgh Penguins 17 punti (7-6-3) 16 gare disputate;
15° Ottawa Senators 17 punti (7-8-3) 18 gare disputate;
16° New Jersey Devils 15 punti (7-8-1) 16 gare disputate.

L’aggiornata classifica della Western Conference:
1° Nashville Predators 27 punti (13-4-1) 18 gare disputate;
2° Minnesota Wild 24 punti (11-5-2) 18 gare disputate;
3° Winnipeg Jets 23 punti (11-5-1) 17 gare disputate;
4° San José Sharks 23 punti (10-6-3) 19 gare disputate;
5° Vancouver Canucks 22 punti (10-8-2) 20 gare disputate;
6° Calgary Flames 21 punti (10-7-1) 18 gare disputate;
7° Colorado Avalanche 21 punti (9-6-3) 18 gare disputate;
8° Dallas Stars 20 punti (9-7-2) 18 gare disputate;
9° Edmonton Oilers 19 punti (9-8-1) 18 gare disputate;
10° Anaheim Ducks 19 punti (8-9-3) 20 gare disputate;
11° Chicago Blackhawks 18 punti (7-8-4) 19 gare disputate;
12° Arizona Coyotes 17 punti (8-8-1) 17 gare disputate;
13° Vegas Golden Knights 17 punti (8-10-1) 19 gare disputate;
14° Saint Louis Blues 15 punti (6-7-3) 16 gare disputate;
15° Los Angeles Kings 11 punti (5-11-1) 17 gare disputate.

Le prime 10 squadre della classifica generale di National Hockey League:
1° Nashville Predators 27 punti (13-4-1) 18 gare disputate;
2° Tampa Bay Lightning 25 punti (12-5-1) 18 gare disputate;
3° Toronto Maple Leafs 24 punti (12-6-0) 18 gare disputate;
4° Minnesota Wild 24 punti (11-5-2) 18 gare disputate;
5° Winnipeg Jets 23 punti (11-5-1) 17 gare disputate;
6° San José Sharks 23 punti (10-6-3) 19 gare disputate;
7° Boston Bruins 22 punti (10-6-2) 18 gare disputate;
8° Columbus Blue Jackets 22 punti (10-6-2) 18 gare disputate;
9° Buffalo Sabres 22 punti (10-6-2) 18 gare disputate;
10° Vancouver Canucks 22 punti (10-8-2) 20 gare disputate.

About The Author

Related posts