Focus NHL: alla scoperta dei Florida Panthers 2019-2020

Focus NHL: alla scoperta dei Florida Panthers 2019-2020

(rossana pilotti)  Dopo la presentazione dei Toronto Maple Leafs proseguiamo il nostro viaggio alla scoperta delle 31 franchigie che prenderanno parte alla stagione professionista nordamericana 2019-2020, rimanendo in Atlantic Division ed andando alla scoperta in questa nostra diciottesima puntata dei Florida Panthers.

Stanchi di avere una squadra ricca di potenzialità, che però regolarmente mancava la qualificazione ai playoff, dalle parti di Sunrise in Florida hanno deciso di fare sul serio e così l’8 aprile scorso hanno assunto come nuovo capo-allenatore Joel Quenneville, uno degli allenatori più vincenti nella storia della Lega, nonché artefice della dinastia vincente dei Chicago Blackhawks, proprio insieme all’attuale G.M. dei Panthers Dale Tallon, che all’epoca ricopriva il medesimo ruolo a Chicago.
L’arrivo di coach “Q” a Sunrise ha convinto (sono parole sue) uno dei migliori portieri in circolazione, per 2 volte vincitore del Vezina Trophy, cioè il russo Sergei Bobrovsky a lasciare da free agent i Columbus Blue Jackets per accasarsi ai Panthers, con un contratto da 7 anni i cui termini economici non sono stati resi noti, ma che siamo sicuri sarà “sontuoso”.
Tanto più che Roberto Luongo, a 40 anni suonati e dopo 19 stagioni in NHL, ha deciso di appendere definitivamente i pattini al chiodo.
Il suo numero di maglia è il primo che verrà ritirato dai Panthers ed appeso al soffitto del BB&T Center, nel corso di una cerimonia che avrà luogo il 7 marzo 2020, in occasione del match di regular season tra i Panthers ed i Montreal Canadiens, la città dove il mitico Bobby Lu è nato.
Quindi, il simbolico passaggio di consegne tra 2 dei migliori goalie della Lega, è un buon viatico per questa trasformazione definitiva dei Panthers da crisalide in farfalla.
Infatti, con l’arrivo di coach “Q” l’obiettivo è quello di trasformarsi in pochi anni in una contender e per raggiungere questo obiettivo, ad una squadra già ricca di potenzialità, sono state fatte delle importanti aggiunte dal mercato estivo dei free agent, come quella del difensore svedese Anton Stralman, proveniente dai “cugini” dei Tampa Bay Lightning e degli attaccanti Noel Acciari (per entrambi contratto triennale) e Brett Connolly (per lui contratto quadriennale).
L’arrivo di coach “Q” dovrebbe principalmente farsi sentire in difesa, che anche la scorsa stagione è stato il “tallone d’Achille” dei Panthers. E potrebbe aiutare Keith Yandle a ritornare ai fasti del passato e portare Aaron Ekblad ad una definitiva maturazione.

About The Author

Related posts